Benefici per la Salute del CBD

Benefici per la salute del CBD

Secondo solo al THC, il cannabidiolo (CBD) è uno dei principali cannabinoidi non psicoattivi. Grazie alle sue proprietà antipsicotiche così forti, non c’è da meravigliarsi del perché il CBD sia così utile alle persone che soffrono di malattie mentali che interessano le psicosi. Possiede proprietà antinfiammatorie anche più potenti rispetto al THC o all’Ibuprofene e ha dimostrato di gestire il dolore e i tumori allo stesso modo del THC, se non in modo migliore. Infatti, il CBD è terapeutico in moltissimi casi e sembra alterare il modo in cui il corpo viene influenzato dal THC, il che gli consente effetti terapeutici anziché psicoattivi. Offre un’ampia gamma di usi che vanno dal sollievo dalla malattia mentale, come ad esempio l’ansia, al sollievo del dolore fisico, ed è stato consigliato per l’uso nei bambini e negli anziani grazie ai suoi minimi effetti collaterali.

POTENZIALI BENEFICI TERAPEUTICI DEL CBD

Vantando molte proprietà potenzialmente benefiche, il CBD offre molti usi terapeutici che vanno dal semplice sollievo del dolore per alleviare gli effetti della depressione alla riduzione dell’infiammazione.

Il cannabinoide è anche un potenziale aiuto nella lotta contro il cancro e, contemporaneamente, aiuta a rendere più sopportabili gli effetti collaterali della chemioterapia grazie alla sua capacità di aiuto per dormire, ridurre la nausea, il vomito e l’ansia.

LA RICERCA ATTUALE

La ricerca del CBD è attualmente in corso, specificatamente in un centro medico della California, ed un rapporto pubblicato nel 2007 discute l’effetto del cannabinoide su un gene che causa lo sviluppo di cellule cancerogene chiamato Id-1. È stato dimostrato che il CBD inibisce efficacemente tale gene e ne blocca il progresso delle cellule tumorali. Anche se è necessario condurre ulteriori ricerche per approfondire questa affermazione, ha la potenziale capacità di fermare o invertire la crescita del tumore.

Due studi clinici condotti dall’azienda farmaceutica britannica GW Pharmaceuticals ed approvati nell’ottobre 2013 dalla Food and Drug Administration (FDA), hanno esplorato i potenziali benefici e il valore terapeutico dell’uso del CBD nel trattamento dell’epilessia nei bambini. L’epilessia intrattabile nei bambini, sotto forma di malattia correlata all’epilessia relativamente nota come sindrome di Dravet, provoca convulsioni, generalmente la prima si verifica prima del primo anno di età del bambino, che sono note per avere una durata superiore alle 24 ore.

Il CBD possiede proprietà antidepressive simili a quelle dell’antidepressivo triciclico Imipramina, e fornisce sollievo dalla depressione e dall’ansia mediante la stimolazione di uno specifico recettore cerebrale noto come 5- HT1a, la parte del cervello coinvolta nell’elaborazione della serotonina.

Grazie alle sue proprietà antipsicotiche, il CBD sembra un’ottima soluzione per il trattamento degli individui con tendenze psicotiche o disturbi correlati. La ricerca è attualmente in corso per valutare il CBD ed il suo profilo chimico, il quale sembra essere simile a quello di altri farmaci antipsicotici atipici.

La ricerca su una nuova classe di farmaci per il trattamento delle IBD sta attualmente considerando l’uso dei CBD ed al tempo stesso sta valutando il suo potenziale per controllare il disagio e le risposte infiammatorie che sono il risultato della malattia di Crohn e della IBD.

Dotati di efficaci proprietà neuroprotettive e antiossidanti, è in corso una ricerca per esplorare il potenziale dei CBD al fine di contrastare gli effetti dell’età sul cervello umano, ad esempio l’Alzheimer, la demenza e la perdita della memoria. 

© Bio CBD Italy 2018 - Tutti i Diritti Riservati |  Termini e Condizioni | Politica Sulla Riservatezza | Progettato da Alexzond & Partners

I nostri prodotti non sono destinati a diagnosticare, trattare o curare alcuna malattia.

Best Health Trading - Mr Jacobtakkade 30, 1432cb Aalsmeer, Paesi Bassi - KVK: 67970931 - VAT: NL 14 66 78 011 B01